Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 25 gennaio 2022

Quirinale 16: Quello che Renzi non dice


È da un po di giorni che nei commenti sulle votazioni in corso per la elezione del nuovo Capo dello Stato, Matteo Renzi accusa Pier Luigi Bersani di aver gestito da dilettante la elezione che portò alla bocciatura di Prodi e alla rielezione di Giorgio Napolitano.
Per contro Renzi rivendica io merito di essere stato il kim maker nella elezione di Mattarella. A questo proposito è giusto ricordare che il pd affronto quella fase forte del suo 25 per cento dei voti, rafforzato dal fatto che in quel periodo governava molte regioni. Oggi non è così proprio per colpa sua visto che sotto la sua guida il pd ha ottenuto il 18 % dei voti, indebolito dalla scissione di Renzi che ha fondato Italia Viva.
Ma torniamo alle fasi concitate che portarono alla riconferma di Napolitano. Io c'ero e posso quindi testimoniare ciò che ho visto.
E allora diciamo subito che la Direzione del PD un nome lo aveva individuato ed era quello di Franco Marini, Presidente del Senato. Non solo,ma sul suo nome, che insieme a quello di Giuliano Amato e di Sergio Mattarella era stato sottoposto alla valutazione degli altri gruppi parlamentari, tra cui il Pdl, era stato raggiunto un accordo molto ampio.
Chi lo fece saltare furono proprio i grandi elettori che facevano riferimento a Renzi, all'epoca Sindaco di Firenze,che lo contestarono nella assemblea dei gradi elettori del pd che si svolse al Cinema Capranichetta e che in aula votarono per Sergio Chiamparino. Marini ottiene 521 voti, sufficienti per essere eletto alla quarta votazione ma non nelle prime tre quando è richiesta la maggioranza dei 2/3.
Ricordo le telefonate di grandi elettori, deputati, senatori piemontesi, che durante l'assemblea dei grandi elettori erano in contatto telefonico con Renzi che ne cordinava le mosse. L'obbiettivo era duplice: dare un colpo a Bersani e impedire la elezione di Marini.
Se i renziani non avessero aperto le ostilità nei confronti di Franco Marini votandogli contro la situazione avrebbe preso una piega radicalmente diversa. Marini sarebbe stato eletto Presidente della Repubblica.
Questi sono i fatti. Proprio per questo Renzi dovrebbe avere il buon gusto di stare zitto.

Cookie policy - Preferenze Cookie

 

Login