Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 24 novembre 2021

Quel pranzo tra Renzi e Gentiloni


Ieri il Commissario Gentiloni ha pranzato con Matteo Renzi in un ristorante di Bruxelles. La notizia in sé non meriterebbe alcun commento. Ciascuno di noi è libero di pranzare con chi vuole e questo vale anche per i due ex Presidenti del Consiglio naturalmente.
I giornali però sottolineano che l'incontro, oltre a sancire la ripresa dei rapporti tra i due ( che si erano inaspriti per responsabilità di Renzi quando Gentiloni era diventato premeir), sia servito per confrontarsi sull'imminente elezioni del Presidente della Repubblica.
Che si tratti di una notizia veicolata da una dei due mi sembra difficilmente contestabile.
Ovviamente sia Gentiloni che Renzi hanno tutto il diritto di incontrarsi e di discutere degli argomenti che vogliono. Ci mancherebbe!
Direi anzi che è normale che con l'avvicinarsi della elezione del nuovo Capo dello Stato si moltiplichino gli incontri e sondaggi sulla eventuale disponibilità di questo o quel candidato.
Ma Gentiloni non è soltanto il rappresentante del nostro Paese all'interno della Commissione europea. È un autorevole dirigente del Pd nei confronti del quale Renzi sta conducendo una forte polemica senza esclusione di colpi e ha accusato di vigliaccheria con l'obbiettivo di mettere in difficoltà la leadership di Letta e di condizionare l'esito della elezione del nuovo Presidente della Repubblica.
Ragioni di opportunità politica avrebbero dovuto sconsigliare quell'incontro del quale credo nessuno abbia avvertito l'utilità. La partita dell'elezione del Presidente della Repubblica sarà difficile e complessa come in questi giorni ha sottolineato il segretario dem Enrico Letta che vuole evitare che si scateni la " sarabanda " dei nomi. Il segretario Letta ha più volte assicurato che non si ripeterà l'esperienza che portò alla bocciatura di Prodi. La mia impressione è però che nel pd siano in molti ha voler giocare in proprio, allettati dalla prospettiva di diventare Capo dello Stato. Col risultato però di indebolire l'iniziativa del segretario dem.

Cookie policy - Preferenze Cookie

 

Login