Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 10 giugno 2021

Le scelte di Guglielmo Epifani


In questi ore in molti hanno sottolineato il valore di Guglielmo Epifani che è stato sia Segretario della cgil che Segretario del Pd.
In questa ultima veste venne chiamato a gestire i dem in una una fase estremamente difficile e lo fece come solo lui sapeva fare, cioè con grande equilibrio e una grande apertura.
Letta e molti altri dirigenti dem in queste ore gli hanno reso omaggio, sottolineandone la cultura riformista e l'umanita'. Il segretario dem non appena appreso la notizia ha sospeso l'incontro con i Segretari di cgil-cisl e uil. Epifani non era più un dirigente del PD. Insieme a Bersani, a cui era legato da un rapporto di grande stima e amicizia, era uscito dal pd per fondare Art.1 in polemica con le scelte compiute da Renzi. Per persone con la loro formazione, con in testa una certa idea di partito ( " la Ditta" di Bersani) e che avevano alle spalle una lunga militanza non è stata una scelta facile.
" Renzi ha rottamato anche il rispetto " dichiarò in quei giorni. Si, perché lo stile, il modo di fare politica, lo spessore culturale, il rispetto verso le idee e le posizioni che pure non condivideva erano agli antipodi rispetto alla politica, alla spregiudicatezza, alla arroganza, alla maleducazione e al modo insolente di condurre la polemica da parte di Renzi e che molto spesso si riduceva alli sberleffo.
Tocco" a Epifani motivare le ragioni della rottura.Il Pd sotto la guida di Renzi stava cambiando pelle e identità come dimostravano il Jobs Act, la proposta di riforma della Costituzione e della legge elettorale, bocciata dalla Corte Costituzionale. Epifani, Bersani, D'Alema e Speranza decisero che non esistevano più le condizioni per poter militare in quel " pd " che veniva via via assumendo una identità diversa e neppure gli spazi e l'agibilita' per poter condurre una battaglia politica. Da allora ad oggi ne è passata acqua sotto i ponti. Renzi non è più Segretario del Pd. Due sconfitte ne hanno segnato il definitivo declino politico. La prima è stata quella del referendum sulla riforma costituzionale. La seconda sono state le elezioni politiche che hanno chiuso la stagione del renzismo e aperto anche se tardivamente una riflessione su quella stagione politica, ma rimane aperto ( e di fronte alla avanzata della destra e più attuale che mai) il problema di ri-costruire una grande forza popolare di sinistra che sia il perno di una alleanza che sappia rappresentare una alternativa alla destra, come piu volte sottolineato da Guglielmo Epifani.

Login