Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 9 luglio 2019

Statuto Pd: come riformarlo


Martina, ex Segretario del PD, è stato incaricato di riformare lo Statuto del Partito. In una intervista sul giornale " La Repubblica " si sofferma su un paio di questioni che dovrebbero essere al centro della riforma.
La prima riguarda le modalità con cui dovrà essere eletto il segretario nazionale del PD. La proposta è che continui ad essere eletto non solo dagli iscritti, ma anche dagli elettori mentre la responsabilità di eleggere i Segretari di circolo, di Federazione e Regionali spetterebbe unicamente agli iscritti.
Constato come da questo punto di vista la discussione non abbia fatto dei grossi passi in avanti. In ogni caso continuo a non spiegarmi perché il Segretario nazionale non possa e non debba essere eletto solamente dagli iscritti, come avviene in tutte le Associazioni.
Se un elettore ( molte volte neppure del Pd) conta quanto un iscritto del Partito che senso ha iscriversi al PD e come si può pensare che possa crescere il numero dei militanti? Di questo passo il PD diventerà sempre più un partito di opinione e sempre meno un partito organizzato. La logica e la necessità di riconoscere un ruolo agli iscritti vorrebbe che si decidesse che fossero loro ( e soltanto loro) a scegliersi il Segretario.
Completamente diverso è il discorso per quanto riguarda la scelta del candidato premier dove invece le primarie aperte hanno un senso. Intanto è giusto superare la norma che prevede l'identificazione tra Segretario e candidato premier che non ha alcuna ragione di esistere. In un sistema politico che si fonda sulle coalizioni il candidato premier potrebbe non essere espressione del PD. Trattandosi di un un'incarico di governo e non di partito è giusto che a decidere siano non solo gli iscritti ma anche gli elettori.

Login