Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 13 aprile 2019

Cirio, in caso di vittoria un Presidente dimezzato



Cirio, candidato del centrodestra alla guida della Regione Piemonte, condurrà una campagna elettorale senza colpi bassi e cercando il confronto con Sergio Chiamparino.
Potrei sbagliarmi, ma non lo credo. Del resto i primi momenti di confronto tra i due lo dimostrano. Ne avranno un beneficio la campagna elettorale e i cittadini che, forse, avranno maggiori elementi per valutare programmi e leadership in campo.
È certamente il volto moderato di un centrodestra a trazione leghista. Questa è infatti la novità.
Nelle passate legislature le giunte di centrodestra destra, anche quelle a guida leghista, erano la conseguenza di rapporti di forza in cui Forza Italia rappresenta l'azionista di maggioranza in Consiglio e all'interno dell'esecutivo.
Oggi non è più così, le parti si sono rovesciate e a dettare la linea saranno la Lega e Salvini. E se dovesse vincere le elezioni regionali Cirio dovrà adeguarsi, volente o nolente con tutto ciò che questo potrà comportare sul piano politico e programmatico.
Una prima conferma l'avremo quando verrà resa nota la composizione del " listino" che sarà a maggioranza leghista.
Una seconda dimostrazione, se Cirio dovesse diventare governatore, quando si tratterà di definire gli assetti della giunta.
Un Presidente con un Consiglio Regione e una giunta a maggioranza leghiste, sarà necessariamente un Presidente dimezzato e con ristretti margini di manovra e di autonomia sul piano politico.

Login