Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 9 febbraio 2019

Il Sindacato c'è


Le immagini trasmesse dalla tv colpiscono per la moltitudine di persone presenti. Il Sindaco Unitario, chiamato a dimostrare la propria vitalità , non ha deluso le attese. Una piazza stracolma di giovani, donne e uomini che, attraverso le parole dei tre leaders sindacali chiedono al governo un cambiamento. Vero però!
Rappresentano il Paese reale che non è quello che ogni giorno ci viene presentato a colpi di tweet, inviati con ossessione maniacale per conquistarsi un titolo di giornale e per distrarci dai problemi reali.
I giovani, le donne e gli uomini che si sono dati appuntamento oggi a Roma sono quanto di più lontano da un'Italia virtuale.
Sono persone convinte che la crisi e la recessione si contrastano facendo ripartire gli investimenti pubblici e privati, gli unici in grado di creare nuovo lavoro; investimenti che invece sono insensatamente stati bloccati.
Sono donne e uomini che ritengono che le risorse necessarie per irrobustire innovare la struttura produttiva del Paese vadano reperite eliminando le diseguaglianze e combattendo l'evasione fiscale.
Sono persone che credono che la battaglia per difendere la dignità e i diritti di chi lavora sia fondamentale, non soltanto per impedire un inaccettabile smantellamento delle tutele, ma per spingere le imprese ad investire sulla innovazione e la qualità.
È un bene per la democrazia che esista un Sindacato che ha ripreso il cammino unitario e sappia dar voce alle preoccupazioni, al disagio e al malessere del mondo del lavoro e di vuole entrarvi a far parte.
Ed è grave che anche a sinistra in questi anni vi sia stato chi ha puntato a delegittimare i Corpi Intermedi, a partire dal Sindacato, nella illusione che il loro ruolo di rappresentanza fosse ormai venuto meno.
Chi è impegnato nel difficile compito di ricostruire un campo unitario della sinistra dovrebbe guardare con una rinnovata speranza alla manifestazioni di oggi, sapendo però che per riconquistare quel consenso che in questi anni è venuto sempre più scemando, per le scelte e gli errori compiuti, occorre rimettersi in sintonia con queste persone e dare risposte nuove ai problemi che esse pongono alla politica.

Login