Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 31 ottobre 2018

Tra il dire e il fare c'è di mezzo.......



Cosa avevano proposto durante la campagna elettorale Lega e Cinque Stelle? forse vale la pena di ricordare alcune delle promesse principali. Il M5S si era impegnato ha bloccare il Tap, a sottoporre la Tav ad una verifica dei costi, ritenendola un opera inutile, a chiudere l'Ilva, a riconoscere il reddito di cittadinanza a 5 milioni di poveri.
Salvini invece aveva promesso l'abolizione della Fornero, la flac tax e una nuova legge sulla legittima difesa.
I fatti, che sono poi quelli che contano, ci raccontano una storia un po' diversa con l'unica eccezione della Tav, trasformata in un vessillo ideologico e del decreto sicurezza indigeribile però a una parte del M5S.
Sull'Ilva il governo ha infatti concluso un accordo non molto diverso da quello per il quale stava lavorando il governo precedente. Il gasdotto trans-adriatico si farà e io credo che si tratti di una decisione giusta, ma radicalmente diversa da quella che era stata promessa, così come si faranno il Terzo Valico e la Pedemontana. Il reddito di cittadinanza non andrà di sicuro a tutti coloro a cui era stato promesso e si tradurrà in una estensione del Reddito di Inclusione.
La flac tax per il momento è finita nel dimenticatoio e sarà sostituita da una misura a favore delle partite Iva. Al posto della abolizione della legge Fornero avremo "quota 100" che sarà però accompagnata da una serie di penalizzazioni per ridurre la platea dei beneficiari. Il tutto finanziato da 4 condoni che rappresentano un insulto a chi tasse e tributi li aveva pagati.
Quando si promette l'impossibile o quando, come è avvenuto nel passato, si racconta una Italia che non esiste, primo o poi i nodi vengono al pettine.
In questo marasma il problema è che non esiste ( e soprattutto non si intradeve ) una alternativa di governo nuova e credibile, nelle persone e nei programmi.

Login