Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 15 aprile 2018

Bettini accusa


Goffredo Bettini usa parole di fuoco per giudicare la deriva del Pd di Renzi. Lo accusa di essere " un imperatore" circondato da un gruppi di feudatari. Dichiara che il Pd non é altro che un assemblaggio di correnti e non ha più una identità di sinistra e che, proprio per questo deve essere, rifatto. Si, utilizza proprio questo termine: " rifatto".
Infine aggiunge che se Renzi vuole fare il Macron italiano è libero di farlo; cosi finalmente si chiarirà un equivoco.
Parole durissime che rappresentano un pesante atto di accusa.
Bettini é tra i dirigenti più autorevoli del Pd romano, dopo esserlo stato del Pci/pds/ds.
È tra coloro che avevano sostenuto il nuovo corso Renziano con grande determinazione, anche in polemica con chi in questi anni aveva criticato la politica e le scelte del nuovo gruppo dirigente.
Per questo la sua intervista è destinata a lasciare il segno. É la conferma di quanto profonde siano ormai le divisioni e di come la vecchia maggioranza si stia sfarinando.
Nessuno in passato, neanche tra coloro che sin da subito aveva preso le distanze dal nuovo corso, aveva espresso giudizi cosi severi e duri.
Di piu: non oso pensare quali sarebbero state le reazioni se questo fosse avvenuto.
Questo vuol dire che anche coloro che lo avevano sostenuto e difesa ritengono che il problema per il Pd sia proprio Renzi, i suoi feudatari e le sue politiche.
Naturalmente da qui a dichiarare che Renzi sia fuori gioco ce ne passa , anche perché in questi anni, molti di coloro che oggi lo criticano, lo hanno difeso acriticamente nonostante le numerose sconfitte elettorali.
E evidente tuttavia che se alcune di queste critiche fossero state avanzate quando era ora, la situazione non sarebbe diventata quella che oggi Bettini denuncia.

Login