Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 6 marzo 2018

Renzi fa finta di dimettersi


Nella conferenza stampa convocata dopo le elezioni, Renzi ha fatto finta di dimettersi. Il tono, il modo di porsi e gli argomenti utilizzati sono stati quelli di un leader arrogante che dopo un fugace riferimento alla sconfitta e alla necessità di capirne le ragioni, ha riproposto gli argomenti di sempre, come se il suo Partito non avesse raggiunto il minimo storico e non rischiasse l'estinzione.
Renzi si difende contrattaccando come fece in occasione della sconfitta subita al referendum e nelle due tornate di elezioni amministrative.
Ne ha avuto per tutti: per il Capo dello Stato accusato di non aver sciolto le Camere prima; per il Ministro Minniti, sconfitto a Pesaro da un candidato anonimo. Infine ha avuto parole severissime nei confronti della minoranza interna accusata di volere l'inciucio.
Insomma il "solito Renzi" che se la prende con tutti meno che con se stesso, con la sua arroganza, la sua antipatia, la sua inaffidabilità e la sua politica che sono alla base delle innumerevoli sconfitte subite dal Pd. E questo che ha mandato in bestia molti ex elettori del Pd che gli avevano mandato più di un segnale in questi anni; segnali che si è ritenuto di non dover prendere in considerazione spingendoli a votare per il M5S.
Il leader democratico ha annunciato le dimissioni, che avverranno però solo dopo l'insediamento degli Uffici di Presidenza dei due rami del Parlamento e del governo e che coincideranno con l'avvio della campagna congressuale.
L'impressione è che Renzi non abbia alcuna intenzione di farsi da parte e che, anzi, voglia andare verso un definitivo regolarmente dei conti forte del sostegno dei nuovi gruppi parlamentari che ha plasmato a sua immagine e somiglianza.
Gli interessi di potere e la lotta per la sopravvivenza vengono prima di quelli del Paese e del Pd che ha ridotto a ridurre a una forza marginale con il contributo di coloro che come Fassino hanno per ragioni analighe contribuito a distruggere un patrimonio ideale e umano.

Login